NORMATIVE EUROPEE

GUIDA ALLE NORME EN ISO 20344:2011 EN ISO 20345:20111

Le Calzature per uso professionale a Norma EN ISO 20345:2011 sono contraddistinte da una “S” (dall’inglese Safety = Sicurezza) come Calzature di Sicurezza. La scarpa cosiddetta “di base” è marcata con le lettere “SB” (S = Sicurezza - “B” = Base). Questa Calzatura deve avere i seguenti requisiti minimi: • altezza del tomaio • puntale (lunghezza minima, base portante minima) • tomaia in pelle “crosta”, microfibra e similare • fodera anteriore • sottopiede • suola in qualsiasi tipo di materiale, può essere liscia • il tomaio, nella calzatura bassa, può essere aperta nella zona del tallone. Nelle Calzature “SB” non sono mai comprensivi i seguenti requisiti se non specificati dettagliatamente: • antistaticità • assorbimento di energia del tacco • impermeabilità dinamica del tomaio • suola con tasselli • fodera posteriore • tomaio idrorepellente • lamina o tessuto antiforo. Vi indichiamo qui di seguito il significato della timbratura che potrete rilevare sulla calzatura.

Marcatura di conformità Nome del fabbricante Data di produzione
CE U-POWER 01/2018
EN ISO 20345:2011 S3 SRC HRO HI 000000 - Reflex
Norma europea Classe di protezione Requisito di resistenza allo scivolamento Requisiti supplementari Codice prodotto

L’anno di applicazione della marchiatura CE e il n° di identificazione del laboratorio che ne ha attestato l’idoneità sono stati soppressi con il D.L. del 02/01/1997 n° 10. Il n° di identificazione del laboratorio deve essere evidenziato sulla nota di utilizzo. - Dal 01/06/98 con l’entrata in vigore dell’EN 345:1 viene eliminata l’indicazione del Paese del Produttore.

Oltre ai Requisiti di Base ne sono previsti altri, come indicato nelle tabella seguente:

SIMBOLO CLASSE DI PROTEZIONE EN ISO 20345:2011 EN ISO 20347:2012 EN ISO 20345:2011 EN ISO 20347:2012 Valori minimi richiesti
SB S1 S2 S3 0B 01 02 03 S4 S5 04 05
Zona del tallone chiusa 0 0
Puntale resitente ad un urto di 200J
A Calzatura Antistatica 0 0 da 1x10 5 OHM a 1x10 9 OHM
E Assorbimento di energia nella zona del tallone 0 0 ≥ 20 Joule
FO ex ORO Resistenza agli idrocarburi della suola 0 0 0 0 0 0 0 Requisito sempre compreso in EN ISO 20345:2011 ma da specificare con sigla FO in EN ISO 20347:2012
WRU Penetrazione ed assorbimento d’acqua del tomaio 0 0 > 60’ - Assorbimento ≤ 30% H2O trasmessa dopo 60’ ≤ 0,2 gr
P Resistenza alla perforazione del fondo della calzatura 0 0 0 0 0 0 ≥ 1100 N.
CI Isolamento dal freddo del fondo della calzatura 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 A temp. ≤ 10 °C.
HI Isolamento dal calore del fondo della calzatura 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 A temp. ≥ 22 °C.
C Calzatura conduttiva 0 0 < 1x105 OHM
HRO Resistenza al calore per contatto della suola 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
AN Protezione della caviglia 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 valore medio ≥ 20 kN

Calzatura elettricamente isolante (Dielettrica) 0 0 Classe 00 oppure Classe 0 - Norma CEI EN 50321
WR Calzatura resistente all’acqua 0 0 0 0 0 0 0 0 Nessuna penetrazione primi 15’ (minuti primi). Dopo 100 lunghezze non deve entrare più di 3 cm2 di acqua (macchia)
M Protezione metatarsale 0 0 0 0 0 0 Altezza dopo urto ≥ 40 mm (misura 42)
WG Protezione per piccoli spruzzi di metallo fuso per operazioni di saldatura
CR Resistenza al taglio del tomaio 0 0 0 0 0 0 Fattore I ≥ 2,5
SRC (SRA+SRB) Requisito di antiscivolo
RS Rapido sfilamento (simbolo U-Power)

= = Requisito obbligatorio per la categoria indicata
0 = = Requisito facoltativo aggiunto a quelli obbligatori, se riportato sulla marcatura
= = Requisito non obbligatorio, controllare timbratura calzatura

Sotto la suola viene indicata la seguente informazione: - calzata. Sul soffietto o sulla linguetta della scarpa sono apposti: - marchio del fabbricante - il codice articolo - il mese e l’anno di fabbricazione - le seguenti marcature: vedi la marcatura di conformità CE

Saper distinguere le Calzature classificate “S” (EN ISO 20345:2011)
SB Requisiti di BASE
S1/01 Requisiti di BASE parte posteriore chiusa (anche calzatura bassa)
antistaticità
FO resistenza agli idrocarburi
capacità di assorbimento di energia del tallone
S2/02 Requisiti di BASE + S1 integrati da: impermeabilità dinamica del materiale uso tomaio
S3/03 Requisiti di BASE + S2/02 integrati da: lamina antiforo
suola con tasselli o scolpitura
S4/04 Requisiti di base integrati da: antistaticità
Assorbimento di energia nella zona del tallone
FO resistenza agli idrocarburi
S5 Requisiti di S4 integrati da: lamina antiforo
suola con tasselli o scolpitura
RESISTENZA DELLA SUOLA ALLO SCIVOLAMENTO REQUISITI DI RESISTENZA ALLO SCIVOLAMENTO SECONDO LA EN ISO 20345:2011 CON METODO SECONDO LA EN 13287:2012
Simbolo di marcatura Condizioni richieste previste dalla norma
SRA
Piano di prova: ceramica
Lubrificante: H2O + detergente
≥ 0,32 pianta calzatura
≥ 0,28 tacco calzatura inclinazione di 7°
SRB
Piano di prova: acciaio
Lubrificante: glicerina
≥ 0,18 pianta calzatura
≥ 0,13 tacco calzatura inclinazione di 7°
SRC (SRA+SRB) Marcatura con entrambi i metodi
epa (ESDS): calzature dissipative (DISPOSITIVO SENSIBILE ALLE SCARICHE ELETTROSTATICHE)
Queste calzature sono state studiate per consentire la dissipazione continua e controllata entro valori di sicurezza, delle cariche elettrostatiche presenti sul corpo dell’operatore al fine di proteggere i dispositivi elettronici sensibili ai fenomeni elettrostatici. Il valore raccomandato della resistenza verso terra “EPA” è ≤ a 3,5x107Ω. Consi derando che le misurazioni vengono effettuate con le calzature indossate dall’utilizzatore, i valori ottenuti possono variare sensibilmente da persona a persona e in base alle condizioni ambientali, in quanto la resistenza elettrica del corpo umano è variabile.
EN ISO 20346:2011

Le Calzature di protezione a Norma EN ISO 20346:2011 vengono denominate “Calzature di protezione”. Esse sono sostanzialmente identiche alle Calzature di sicurezza. Le uniche differenze sono le seguenti:

  • Puntale di protezione contro gli urti con energia di 100 J e compressione 10 KN
  • sono marcate con “P” (dall’inglese “protective”) al posto della “S” (Calzature di sicurezza).

N.B.: impiego in tutti i posti di lavoro dove è sufficiente la protezione di 100 J.

EN ISO 20347:2012

Le Calzature da lavoro a Norma EN ISO 20347:2012 vengono denominate “Calzature da lavoro” o "professionali". Esse sono sostanzialmente identiche alle Calzature analizzate precedentemente. Si differenziano dal non avere un puntale di protezione e la marcatura avviene sostituendo le lettere “S” e “P” con “O” (dall’inglese “occupational” = lavoro) e pertanto si identificano con 01, 02, 03. La resistenza agli idrocarburi FO non obbligatoria deve essere eventualmente indicata sulla marcatura.

IL SIGNIFICATO DELLE NORME EUROPEE

EN ISO 20349:2010: Piccoli spruzzi di metallo fuso come quelli prodotti durante le operazioni di saldatura e processi connessi.
EN ISO 20344:2011: Metodologia di prova e requisiti generali.
EN ISO 20345:2011: Specifiche delle calzature di sicurezza con resistenza del puntale a 200 J.
EN ISO 20346:2011: Specifiche delle calzature di protezione con resistenza del puntale a 100 J.
EN ISO 20347:2012: Specifiche delle “Calzature da lavoro” o "professionali". Nessuna resistenza specifica del puntale.
UNI 11583:2015: Le calazature marchiate UNI 11583:2015 soddisfano quanto richiesto dalla norma UNI 11583:2015 che specifica i requisiti per le calzature di sicurezza, di protezione e da lavoro per uso professionale per lavoro su tetti inclinati.

Per maggiori informazioni: info@u-power.it